Home » Turismo » Mostre » Omaggio a Raffaello Baldini e inaugurazione mostra di Francesca Saitta

Omaggio a Raffaello Baldini e inaugurazione mostra di Francesca Saitta

Omaggio a Raffaello Baldini. Pier Paolo Paolizzi interpreta La Fondazione, ultimo lavoro del poeta santarcangiolese, vincitore del Premio Viareggio per la poesia. E inaugurazione della mostra della scultrice siciliana Francesca Saitta.

Invito

Prosegue il cartellone Estivo 2015 “Casteldelci Scrigno di Bellezza” dedicato a Dante, denso di eventi legati a Natura, Arte, Storia, Cinema, Poesia, Musica, Cibo.

La giornata di domenica 9, a partire dalle ore 16 fino a notte inoltrata è ricca di proposte. Si incomincia, alla Casa Museo in centro storico, con il vernissage della mostra di Francesca Saitta, siciliana di nascita e romagnola di adozione che reinterpreta la scultura contemporanea. Pittrice, scultrice, mosaicista, praticante dell’arte dell’Incisione, del gioiello e delle tecniche plastiche contemporanee, utilizza nella scultura materiali diversi con risultati di grande originalità. Titolo dell’esposizione, che rimarrà aperta fino al 29 agosto, La donna è sciamana per natura. Dopo la Maturità Artistica ad Agrigento, ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Ravenna, dove dal 2012 espone le sue opere. Ha partecipato a varie collettive e tra le più prestigiose quella allestita al Musas di Santarcangelo nel 2014, in occasione della Mostra “Sotto Traccia” nell’ambito del progetto Cristalliino, e quella del 2015 al Convento SS Caterina e Barbara, intitolata ”Verde Spirito”. A presentare la mostra lo scultore nonché Docente di Plastica Ornamentale e Tecniche Contemporanee, il riminese Nicola Cucchiaro.

A seguire, intorno alle 18 tempo di teatro, in piazza San Nicolò, sotto la Torre, con il monologo dal titolo la Fondazione di Raffaello Baldini a cui si è voluto rendere omaggio nel decennale della morte. A farsi interprete della straordinaria piéce teatrale, l’ultima scritta dal grande poeta, è l’attore riminese Pier Paolo Paolizzi che ha debuttato quest’inverno al Mulino di Amleto. Paolizzi è così straordinariamente bravo, anche nell’uso del dialetto santarcangiolese, cosa rara per uno che parla un altro dialetto, che talvolta sembra di avere di fronte Baldini stesso.

Dopo lo spettacolo e un piccolo ristoro con degustazioni di prodotti locali è prevista una passeggiata sotto le stelle, con la guida di esperti escursionisti.

Da lunedì 10 fino a lunedì 17 settimana intensa di eventi, un Ferragosto di “fuoco” per la piccola comunità che si apre al mondo.

Si allega depliant mostra.

Uff. Stampa

FrancescaSaitta2015

 

 

scarica il pdf

Autore: Benedetta Gabrielli
Tags

Login

Lost your password?